Come ciucciare soldi allo Stato

Sono a rischio di chiusura almeno 5 mila megawatt” di impianti convenzionali.

A.D. Enel Fulvio Conti

A dirlo, nel corso di un’audizione parlamentare, è l’A.D. di Enel, Fulvio Conti, sottolineando la necessita’ di “avere un sistema di Capacity Payment“. Nelle slide consegnate alla Commissione Industria del Senato, si legge che a causa dello sviluppo delle energie rinnovabiligli impianti convenzionali lavorano poche ore all’anno e rischiano la dismissione anticipata“. Si segnala anche un “rischio per la sicurezza nel medio-lungo termine“.

Ma cosa è il Capacity Payment ? (ovviamente la scelta di termini inglesi non è casuale)

Centrale a carbone

Nella legge di Stabilità è stato infilato un sussidio economico per mantenere in vita le centrali a carburante fossile al di fuori di qualsiasi concezione di mercato (libero e non) a discapito degli impianti rinnovabili. 
Le rinnovabili, oltre a far paura, fanno perdere soldi alle centrali di produzione elettrica fossile, perché nell’arco di un anno hanno coperto il 25% del fabbisogno italiano.

Piano di sviluppo (business plan)

Qualche anno fa alcuni (im)prenditori poco lungimiranti hanno realizzato investimenti per la costruzioni di centrali a gas con l’idea che il nostro Paese avesse necessità di energia elettrica da fossili tanto da avere oggi una capacità produttiva doppia di quella necessaria. L’Italia, infatti, ha un fabbisogno elettrico di picco di circa 55 GW, a fronte di una potenza totale installata di circa 120 GW e di un 15% di energia importata da Austria, Svizzera, Francia.

Per le centrali convenzionali, esistono piani industriali che prevedono 5000-8000 ore/anno di funzionamento e che si sono trovati a 2-3000 ore/anno.

Basta ciucciare

Risultato? Investimento aziendale sbagliato.

Perché deve pagare lo Stato per un investimento sbagliato di (im)prenditori incapaci?

(fonte M5S Parlamento – Milano finanza)

Annunci

Informazioni su Leo Mignemi

farteatro.altervista.org
Questa voce è stata pubblicata in Sul nostro futuro e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Mi farebbe molto piacere se volessi lasciare qui un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...