Non potrà mai essermi caro

da Medea di Euripide

CORO: L’amore, quando è troppo violento,
non procura agli uomini
né fama né virtù.
Ma se Afrodite giunge con moderazione
è una grazia divina senza pari.
O dea, non colpirmi mai
con la freccia del desiderio,
la freccia del tuo arco d’oro
che non lascia scampo.

Mi protegga il pudore
che è il dono più bello degli dei.
O dea tremenda, non sconvolgere il mio cuore
con la brama dei letti altrui,
non suscitare liti furiose,
discordie senza fine:
abbi rispetto per le unioni pacifiche
e vigila con saggezza sui letti delle spose.

O patria mia, mia casa!
Che io non debba lasciarti mai
per condurre una vita miserabile
nel pianto, nel dolore.
Morire vorrei, vorrei morire
prima di vedere questo giorno.
Non c’è pena più grande
che essere privati della patria.

Quello che dico
l’ho visto coi mei occhi,
non l’ho udito
raccontare da altri;
nessuno, in città, fra gli amci,
ha pietà di te che patisci
le pene più crudeli.
Muoia senza amore colui
che dopo aver conquistato
l’animo puro degli amici,
non ha rispetto di loro e li tradisce.
Non potrà mai essermi caro.

Annunci

Informazioni su Leo Mignemi

farteatro.altervista.org
Questa voce è stata pubblicata in Sul nostro futuro e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Mi farebbe molto piacere se volessi lasciare qui un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...