Diario acquisto scooter elettrico a Milano #5

Dopo circa 500km percorsi, ecco cosa ho riscontrato guidando il mio scooter elettrico ZEM ZTL SMASH 54

1)      Vibrazioni anteriori. Verso i 40-50Km/h si avvertono delle vibrazioni sul manubrio che diventano evidenti alla massima velocità. Ho sentito che a un difetto simile si è rimediato cambiando il disco anteriore che, in quel caso, non era perfettamente sferico.

2)      Il manubrio risulta pericoloso in curva. La sua tendenza a riportarsi in asse centrale tende a far sbandare in curva. Il mio, inoltre, sembra anche leggermente storto.

3)      Le luci anteriori puntano troppo in basso. Lungo una strada extraurbana non dotata di illuminazione il rischio è molto alto. Il Codice della Strada, ALL’APPENDICE AL TITOLO III, APPENDICE VIII , ART. 237, (EFFICIENZA DEI VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI IN CIRCOLAZIONE), al punto 1), lettera c), comma 2 recita “Tali dispositivi devono essere in condizioni di totale efficienza: in particolare, di notte e con atmosfera limpida, le luci di posizione anteriori e posteriori debbono essere visibili ad una distanza non inferiore a 150 m e la targa posteriore deve essere leggibile ad almeno 20 m.”. Il comma 3 recital’orientamento deve essere corretto e, per i proiettori, deve esistere la possibilità di regolazione in orizzontale ed in verticale;

4)      Il suono del clacson è troppo basso, i pedoni non lo percepiscono. Questo crea rischi non indifferenti durante la circolazione. La lettera d) del suddetto codice della strada qui recita:

d) Dispositivi di segnalazione acustica.
Devono recare in modo visibile gli estremi d’approvazione. Nelle condizioni normali di montaggio, alimentati dalla batteria carica, o nel caso di dispositivi alimentati da alternatore per una velocità di quest’ultimo di 1800 giri/minuto, devono dare un livello sonoro soggettivo, misurato sull’asse del veicolo, a 30 m davanti ad esso, non inferiore ai valori seguenti:

– 80 dB per i dispositivi di segnalazione acustica di autoveicoli, filoveicoli e motoveicoli;
– 75 dB per i dispositivi di segnalazione acustica dei motocicli aventi cilindrata non superiore a 125 cmc;
– 70 dB per i dispositivi di segnalazione acustica dei ciclomotori;
– 80 dB per i dispositivi di segnalazione acustica speciale per autobus;
– 90 dB per i dispositivi supplementari di allarme.

5)      Il bauletto dopo poco meno di circa 200km si è rotto.

6)      La carenatura destra, in basso, dopo circa 200km si è staccata. Credo fosse stata avvitata male.

Qui il link all’ACI

Annunci

Informazioni su Leo Mignemi

farteatro.altervista.org
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Scooter elettrico e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Diario acquisto scooter elettrico a Milano #5

  1. jumpjack ha detto:

    A me il bauletto si è rotto… quando ho preso due tombini di fila, incassati 10 cm sotto il livello stradale! (e meno male che andavo piano, senno’ mi rompevo io…)
    Ho rimediato con una piastrina di lamiera (si era rotto solo il gancio della serratura).
    Anche le viti sono un bel problema, con le buche delle strade…. Controlla quelle che reggono il contenitore delle batterie, io ho perso tre bulloni prima di decidermi ad aggiungere rondelle “a molla”.

  2. Albid ha detto:

    Grazie per questo diario, si sta rivelando molto utile la tua esperienza. Io possiedo uno ZW Sprint acquistato sempre da Madmotors e mi trovo bene. Il problema è che a sorpresa l’ufficio si trasferisce troppo lontano e volevo prendere un mezzo un po’ più potente e confortevole, in modo da metterci meno e più in sicurezza. In più – nonostante abbia il box – puntavo sulla batteria estraibile per poterlo caricare in giro, oltre che in ufficio.
    Il tuo ultimo post non è molto confortante, anche se sono sicuro che i ragazzi di Madmotors si faranno in quattro per risolvere tutti i tuoi problemi come hanno sempre fatto con me. Tu credi che i problemi che hai avuto siano di costruzione o proprio a priori di progettazione? Torneresti sui tuoi passi o una volta messi a posto i bulloni sei comunque soddisfatto?
    Continuerò a seguirti con interesse, intanto sabato andrò a provare un po’ di modelli e deciderò…

    • leomignemi ha detto:

      Grazie a te per aver letto questi appunti! La condivisione è sempre piacevole.
      Stasera dovrei andare da Mad Motor. Concordo con te che faranno di tutto per risolvere questi problemi. Fin dall’inizio mi hanno ispirato una gran fiducia.
      Premettendo che non sono assolutamente un esperto, temo che il problema di vibrazione del manubrio sia un difetto di progettazione (dei materiali? del processo di qualità?). Lo stesso problema l’ha avuto jumpjack – che qui ha lasciato un commento – sul suo Star 45.
      Sulle luci e sul clacson credo/spero che sia solo un problema di regolazione.
      Il bauletto, purtroppo, era di pessima qualità, ce ne siamo accorti subito (Mad Motor e io).
      La carenatura, solo una questione di bulloneria.
      Resto convinto che, come dici tu, una volta messi a posto i bulloni resterò comunque soddisfatto dell’acquisto.

      • Albid ha detto:

        Sono felice che ti trovi bene. Io non ho mai guidato un motorino endotermico, lo ZW è stato il mio primo mezzo su due ruote (bici esclusa).
        Ma dimenticavo: sul fronte autonomia? quanto sei riuscito a tirarlo con le 2 batterie?

  3. leomignemi ha detto:

    Le batterie, con tanto di rotelline stile trolley e il manico estraibile, sono impagabili.
    In merito all’autonomia, non sono ancora in grado di dare una risposta pesata, ho bisogno di più tempo (ho lo scooter da soli 19 giorni). Posso dire che per i miei spostamenti giornalieri, con punte massime di 40 km/giorno, le batterie sono più che sufficienti.
    D’altra parte, non è stata particolarmente curata la comodità d’uso. Più di una volta le batterie, appoggiate a terra, sono cadute di lato perché i piedini non sono particolarmente stabili. E più di una volta il gancio con cui le batterie si tengono in mano non regge perché il bottone di sgancio è particolarmente vicino all’impugnatura: basta un niente per ritrovarsi involontariamente il dito sul bottone e … pam … la batteria cade a terra.

    Ma il punto è: chi vince il confronto tra “comodità” vs “mobilità non sostenibile”?

    Mi viene ora in mente che sarebbe interessante fare una tabellina con i pro e i contro degli scooter elettrici vs quelli endotermici …

    • Albid ha detto:

      Ah ah, basta una cosa sola: costa infinitamente meno. Io in 5 mesi ho speso 8,90€ di elettricità.
      Quanto avrei speso in carburante?
      Comunque si potrebbe fare la tabella, più che altro molti pensano che quando si parla di motorino elettrico si intende un deambulatore per disabili che va a 20 all’ora.
      Questo lo affermo perché tutti quelli che hanno visto il mio ZW mi hanno detto: «ah me è un motorino normale!»
      Secondo me però è ancora presto per la diffusione in larga scala di questi mezzi perché c’è ancora la cultura della potenza esagerata e del rumore (per quanto riguarda le moto).
      Da questo punto di vista siamo ancora all’età della pietra. Molti modelli di veicoli elettrici pretendono di scimmiottare gli endotermici, vogliono essere potentissimi, ma che senso ha?
      Bisogna pensare che il futuro è la lentezza, non la velocità.
      Il mio ZW – a discapito del nome – ha decisamente poco sprint, però raramente vengo seminato da chi ha moto o motorini più potenti: generalmente questi mezzi mi superano col loro boato fragoroso per poi reincontrarli al semaforo successivo.
      Insomma deve cambiare la mentalità. Ora siamo in una fase di transizione in cui si fanno alcuni mezzi “ecologici” che non hanno senso: l’esempio più eclatante è l’Hummer a idrogeno, quante auto “normali” potresti far muovere con la stessa energia che serve per muovere un mezzo del genere? Rido (e piango assieme) quando vedo SUV enormi, che portano rigorosamente una persona in giro per la città, con dietro scritto 4.0 (un quattromila!) e di fianco “blue technology”. Bisognerebbe smettere di fare mezzi sempre più grossi che consumano meno dei modelli prima e fare mezzi sempre più agili che consumano 1/10 dei mezzi grossi “ecologici”.

      Ok scusa lo sfogo, ma non trovo molti che la pensano come me.

      Sarebbe carino mettere su un minisito ad hoc sui mezzi ecologici (io sono un web designer) cme un wordpress o simili, a costo zero. Se sei d’accordo…
      Si potrebbero raccogliere modelli e rivenditori, parlare dei vantaggi, fare anche le tabelle che dicevi, ma sensibilizzare la gente ed eventualmente informare e creare comunità di chi ha già un mezzo elettrico.

  4. GaSer ha detto:

    I vostri diari sono impagabili (quello suo e quello di JumpJack)! Trasmettere la vostra esperienza diventa una risorsa per chi vi legge. State agendo da pionieri, come i primi utilizzatori delle “macchine” timidamente affacciatesi alla fine dell’800. State agendo da collaudatori e solo per questo i concessionari e i produttori dovrebbero tenervi in alta considerazione. Già gli utilizzatori di modelli di auto nuove, pagano lo scotto di dover affrontare piccoli inconvenienti dovuti a difetti di progettazione che, via via, le Case sistemano man mano che la produzione cresce. Figuriamoci voi che affrontate l’utilizzo di mezzi non ancora a larga diffusione. I difetti non possono non esserci. Tutti però si debbono prestare al meglio delle loro capacità e risorse per la migliore risoluzione possibile. Un plauso a voi e un incitamento ai rivenditori per adoperarsi al meglio per la diffusione di questi mezzi.
    Continuate con i vostri diari. Sono interessantissimi! Per uno che commenta, 1000 vi leggono sicuramente!

  5. fearmaker ha detto:

    Ciao,
    anche io ero interessato all’acquisto dello smash da MadMotors!
    Volevo sapere solamente, dato il prezzo di 4300 euri tondi, se ti hanno proposto un finanziamento e con quali termini…
    Grazie!

Mi farebbe molto piacere se volessi lasciare qui un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...